Rassegna stampa - COMMERCIALISTI PER IL FUTURO DI TORINO

Vai ai contenuti
Rassegna Stampa

(14 ottobre 2020 - enordovest di Rodolfo Bosio)

(29 ottobre 2020 - La Stampa)

(29 ottobre 2020 - La Repubblica)

(05 agosto 2021 - Mail ai Colleghi)


COMUNICATO STAMPA

“Uno sguardo al futuro”

La lista “Commercialisti per il futuro di Torino”, guidata da Mario Matteo Busso, si candida alla guida dell’Ordine Commercialisti ed Esperti Contabili di Torino per il mandato 2021-2025.


Torino,22 settembre 2021 – In un’epoca mutevole e complessa gli operatori economici necessitano di solidi punti di riferimento per gestire le tante sfide che devono affrontare. Il ruolo del Dottore Commercialista e dell’Esperto Contabile conferma ora più che mai la sua centralità e la sua resilienza in uno scenario di cambiamento continuo.

Su questa centralità come sull’evoluzione da compiere per interpretare e gestire al meglio il tema del cambiamento, insiste il programma della lista “Commercialisti per il futuro di Torino” che si candida alla guida dell’Ordine Commercialisti ed Esperti Contabili di Torino per il mandato 2021-2025.
Alla guida della lista Mario Matteo Busso, iscritto da 43 anni all’Albo, annovera nel suo track-record il ruolo di Presidente del Collegio Sindacale di Terna, di Saipem, della Compagnia di Sanpaolo, di Ersel e dello IOR, nonché di Amministratore Indipendente di FCABank e Sindaco di Avio e Fondazione Paideia.
Con lui una squadra composta da 9 donne su 20 membri in lista, e non certo per caso: il tema dell’uguaglianza di genere è infatti uno degli elementi qualificanti della proposta, che fa leva sulla valorizzazione dei giovani e delle donne.  La Lista può riproporsi dopo un anno con le stesse persone, in quanto già nel 2020 rispettosa della parità di genere e con la stessa agenda.

Il programma solleva temi decisamente “disruptive” sui quali Busso è pronto a mettere a fattor comune la propria esperienza: “Crediamo nel merito, crediamo nei giovani: la nostra professione è chiamata ad affrontare le sfide della digitalizzazione e della transizione green, che rappresentano un’opportunità unica per la crescita economica del Paese, in un contesto mai così complicato. Ebbene la nostra lista nasce per trasformare i buoni propositi in realtà, offrendo opportunità inedite a chi si affaccia alla professione. I giovani meritano un processo di ricambio generazionale ispirato alla meritocrazia ed alla trasparenza, e quanto mai opportuno”.

“Il nostro ruolo - sottolinea Busso - non può rimanere ancorato al passato ed a modelli di riferimento ormai inadeguati: la figura del Dottore Commercialista deve essere in linea con le direttrici individuate quali motori di sviluppo del Paese: “Digital, Young and Green” e deve ispirarsi agli obiettivi di Sviluppo Sostenibile”.
Un modus operandi che vuole garantire ai clienti l’eccellenza nella prestazione dei servizi professionali, partendo dal rispetto delle leggi e delle norme, adottando regole di comportamento trasparenti, tracciabili e misurabili: “La trasparenza- evidenzia Busso – è un altro punto cardine perché va a beneficio dei nostri clienti, dei nostri dipendenti, dei nostri praticanti e di tutti i portatori di interesse legati alla nostra attività̀. Per questo è indispensabile perseguire il riconoscimento di un equo compenso al fine di garantire la dignità̀ della prestazione ed il rispetto del ruolo del professionista”.
“I nostri professionisti, come la nostra Città, - continua Busso - non devono giocare al ribasso, ma devono coltivare la giusta dose di ambizione che garantirà il futuro per le nuove generazioni, riportando l’attenzione sulla centralità̀, riqualificazione, rispetto e protezione del ruolo del Professionista. I nostri iscritti devono offrire certezze ai loro clienti, ma anche una visione consulenziale prospettica in grado di guidarli e tutelarli nel medio-lungo termine all’interno di scenari dove l’interrelazione diventa essenziale. Il Modello Torino è  un esempio eccellente della direzione da seguire, ma non deve restare un caso unico, occorre accelerare sinergie e dialogo con tutti gli attori del sistema economico ed istituzionale. Vogliamo essere Acceleratori del cambiamento”.
“Torino – conclude Busso - dispone del playground ideale per attuare i punti del programma della nostra Categoria: nel Digital non mancano le eccellenze come gli incubatori di start up all’interno del Politecnico di Torino, il Competence Center (CIM 4.0) e l’Istituto Italiano per l’Intelligenza Artificiale (I3A). In ambito Green, l’effetto serra ed i conseguenti cambiamenti climatici rendono sempre più necessaria la transizione verso la mobilità sostenibile, l’adozione di veicoli e sistemi di riscaldamento efficienti e meno inquinanti oltre agli investimenti in nuove fonti di energie rinnovabili: riconversioni che rappresentano un’importante opportunità di sviluppo per le aziende presenti sul territorio e per la nostra categoria professionale.
“In relazione agli obiettivi 2030 di Sviluppo Sostenibile dell’Agenda ONU, il tema della Uguaglianza di Genere è una priorità̀ che non può̀ essere differita e che viene ben rappresentata nella nostra lista con il 45% delle candidature in favore del genere meno rappresentato – commenta Maria Maccarone, una delle donne in lista - “perché se è sempre più frequente vedere donne alla guida di un autobus o in un cantiere edile, a maggior ragione non è concepibile che nel 2021 la Professione del Commercialista sia declinata prevalentemente al genere maschile. Anche da questo, che non è un dettaglio, parte la nostra proposta di cambiamento.”

***

Mario M. Busso è Dottore Commercialista, Revisore Legale e Amministratore Indipendente. Si è laureato in Economia e Commercio ed ha un Master in Business Administration.  Ha iniziato la sua carriera presso l’Industrial National Bank negli Stati Uniti. In Arthur Andersen è stato Audit Partner dal 1988, membro del Partner Affair Group e membro dell’Advisory Council. In Deloitte è stato Audit Partner, membro del Team FSI, responsabile della FSI Audit Division e membro del Management Team Audit. Ha maturato una significativa esperienza nell’ambito di incarichi di revisione e certificazione di bilancio in aziende quotate in borsa in Italia, Francia, Spagna, Regno Unito e Stati Uniti
Dal 2011 ricopre incarichi di Sindaco e Amministratore Indipendente in società quotate e di pubblico interesse, nonché in società private, fondazioni ed altri enti del Terzo Settore.


Contatti:
Tel - +39.011.7497466
(22 settembre 2021 - Conferenza Stampa)

(21 febbraio 2022 - Corriere della Sera)

Torna ai contenuti